Un cucciolo  a Natale!

Arriva il Natale e il regalo più bello che si potrebbe fare quale mai potrebbe essere? Un cucciolo!

Che sia cane, gatto, pesce o tartaruga…

Vi racconterò questa storia.

Due giorni fa sono stata chiamata da vicini di casa perché degli amici gli avevano portato un gattino a loro volta preso da amici per S. Lucia.

Bellissima idea!

Se non fosse che marito e moglie non si erano parlati, e il marito non voleva un gatto e allora con immenso dispiacere della bambina, che ormai il gattino l’aveva ricevuto in dono da S. Lucia …il gatto cominciò a passare di casa in casa finché finalmente approdò nella mia.

E voi penserete, ma certo non farei mai una cosa del genere! E no, invece ti assicuro che sì, può succedere! Mi raccontano storie del genere ogni giorno!

Gli animali accolti in casa, non sono oggetti, e andrebbero accolti per sempre!

Eh sì perché vivere con un animale è una responsabilità, e invece, accade tutti i giorni che qualcuno riporti un animale dopo nemmeno 24h che è a casa.

Chi collabora negli ambiti delle adozioni lo sa bene.

Ve ne illustro solo alcuni:

– abbiamo scoperto che (un membro della famiglia) è allergico al gatto/cane (un classico, questa è la più frequente, e non perché ci siano così tanti casi di allergie, eh no, ma perché è la scusa migliore);

-mio marito/moglie non lo vuole, ha cambiato idea

– sporca in casa

-non ascolta

-non va d’accordo con il gatto (Diamogli tempo e chiediamo consigli a esperti. Il più delle volte si scopre che il cane va perfettamente d’accordo con i gatti e finisce con il dormirci insieme, aveva solo bisogno di tempo e accoglienza).

La maggior parte di questi problemi in genere sono più o meno velocemente risolvibili e prevedibili.

Risolvibili con una figura esperta che vi dia una mano, prevedibili perché succede a quasi tutti di avere delle difficoltà più o meno grandi quando arriva un altro essere vivente in casa.

Perché?

Perché cambiano gli equilibri, le routines, le certezze, bisogna parlarsi, essere d’accordo, confrontarsi. L’arrivo di un animale può essere un dono meraviglioso che porta bellissimi cambiamenti ma come tutti i cambiamenti all’inizio possono essere difficile.

Lo so che è una frase trita e ritrita ma forse non abbastanza se ci sono così tanti casi di riporto di animali:

gli animali non sono oggetti, sono esseri viventi, che hanno bisogno di tempo e attenzioni, per crescere, adattarsi, conoscervi, conoscere l’ambiente, conoscersi e crescere.  

Molti mi dicono: ” con l’altro cane non era così” ma certamente, perché ogni cane, come ogni figlio, è diverso!

 

5 regole prima di prendere un cane:

-informarsi da veri esperti e più esperti (su 10 educatori vi verranno probabilmente dette 10 cose diverse), prendete coscienza, rifletteteci, affidatevi anche al vostro sentire!!

-informarsi molto tempo prima e avere taaaaaanto tempo per riflettere e considerare tutte le possibili situazioni nelle quali vi potreste trovare in futuro

-non regalare! Deve essere una scelta consapevole!

-affidatevi a persone competenti, non a chi tiene i cani in gabbie di vetro o  in box(come negozi o alcuni allevamenti), a meno che non si trattino dei box di un canile…e quella dovrebbe essere la prima scelta!!

-decidere di amarlo finché morte non vi separi!

Se siete pronti per questo giuramento, sarete probabilmente pronti per accoglierlo nelle vostre case, se state già pensando che tanto poi si può “divorziare”(= darlo via)  riflettete ancora un po’.

Alice Zelaschi

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *