Pasqua in Toscana con Pet levrieri onlus -2015

DSC_1600

A seguire qualche foto del corso che abbiamo tenuto in Toscana questa pasqua 2015, organizzato da Pet Levrieri grazie a Barbara Altomare!

3 giorni con i levrieri per scoprire alcune delle molte attività che si possono fare con loro!

Per conoscere un po’ di più il proprio cane e scoprire come poterlo aiutare! 🙂

Ecco cosa scrive una partecipante del corso:

“Riprendere dopo 4 giorni così non è per niente facile…per una serie di motivi sono stati giorni in cui ho capito molte cose di me stessa ma anche di Set…già lui..l’amore con A maiuscola….ancora troppe poche persone possono capire cosa realmente si può provare per un cane, un sentimento indescrivibile! Ho potuto mettermi in gioco ha fatto benissimo a me ma anche al ns rapporto…forse i levrieri sono cani uguali alle altre razze ma Set, il nostro Set NO, lui è speciale e devo dire che sin dal primo giorno in cui è arrivato è sempre stato perfetto…la parte maggiore del lavoro l ha fatto lui solo con un nostro piccolo accompagnamento! In questi giorni ho potuto capire che se il cane ha un problema sta a noi mettersi in gioco e non abbandonandolo per strada ma lavorando con lui e provare a capire cosa realmente ci comunica…Set un pozzo di meraviglie che per essere capito bisogna trovare la chiave giusta anche affidandosi ad altri perché magari non abbiamo le competenze giuste per questo ringrazio Alice Zelaschi ma fa parte del metterci in discussione per lui e con lui! Da un “semplice” esercizio cioè far salire il cane con le zampe anteriori su un mattoncino mi si è aperto un mondo a partire dallo sguardo di Set, in cui mi sono persa più volte, nella sua attesa di capire cosa doveva fare, la situazione era nelle mie mani e io dovevo utilizzare la posizione corretta non lui….lui rispecchiava solo ciò che io gli comunicavo! Gli occhi di Set mi hanno ringraziato più volte perché i suoi sono sinceri…nulla di paragonabile a quelli umani che hanno troppe sfaccettature talvolta false!” Sibilla Merighi

 

Corso tenuto da Alice Zelaschi

foto di Federica Sangaletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *